La storia del teatro è un sentiero tortuoso fatto di aspre salite e inaspettati burroni, geniali intuizioni e immeritate derisioni. Tanto seducente da insidiarsi nella cultura d’ogni angolo di mondo, il teatro vanta una storia millenaria mai abbastanza indagata, mai sufficientemente diffusa.

Il teatro contemporaneo, quello che fiduciosi notiamo innervato di una nuova energia e di un ritrovato fervore artistico, quello che sta ringiovanendo, quello che al vecchio affianca il nuovo, quello che del vecchio si ciba e non più si schernisce, sa di chi è figlio?

Coup de théâtre vuole rispondere a questa domanda, sventando un patricidio storiografico che troppe poche volte tiene conto degli insegnamenti dei grandi maestri.

Il Novecento teatrale è stato una rivoluzione portata avanti a colpi di regia, digressioni teoriche, arte d’attore, instancabile ricerca e spettacoli sconvolgenti. In successione diacronica, verranno raccontati cento anni di arte e vita con approfondimenti dedicati alle figure emblematiche del teatro del secolo scorso, la cui luminescenza ancora ispira e guida le esperienze teatrali del nuovo millennio.

Un tizzone ardente che, soffocato dalla cenere, continua a splendere: è l’immagine più pertinente con cui pensare il teatro. Perché il teatro è resistenza, il teatro è mutazione perenne.

Fuoco e cenere. Cenere e poi ancora fuoco.

Ultime pubblicazioni del Blog: